Il dominio spagnolo

Dopo oltre un secolo e mezzo di guerreggiare, la Lombardia nel 1531 fu data in dono dal re di Spagna ai suoi favoriti, ognuno dei quali la governava sulla base di interessi personali, infliggendo tasse sempre più pesanti.

Il sistema di leggi divenne sempre più assurdo e inadeguato, il commercio e l’industria, inceppati da mille retrizioni languivano, l’attività artigianale andava spegnendosi. Trionfavano l’ignoranza, la superstizione e la prepotenza.

La dominazione spagnola durò fin verso la metà del XVIII secolo, epoca in cui l’Italia fu teatro di guerre per la successione al trono di Spagna, finché, nel 1748, con il trattato di Aquisgrana la Lombardia fu assegnata definitivamente all’Austria.