Chiesa Parrocchiale

La chiesa parrocchiale incorpora sul lato sinistro della facciata l’abside della precedente collegiata di Santo Stefano, risalente al tardo romanico comasco (XIII secolo).

Un’abside importante dal punto di vista architettonico perché il motivo delle semicolonne addossate a lesene rappresenta un’evoluzione e un perfezionamento dell’arco.

 

ch_parrocchiale
 

 


La nuova parrocchiale fu progettata dall’architetto Pellegrino de’ Pellegrini su suggerimento di san Carlo Borromeo.

La nuova facciata è composta da un loggiato tripartito arricchito nell’arco centrale da un frontespizio circolare che sostiene la balaustra con due plastiche sculture in corrispondenza dell’arco centrale inferiore.

Il settore superiore della facciata, che ripete la ripartizione del loggiato, termina con un frontone triangolare a forte aggetto e di grande effetto chiaroscurale.

La chiesa, consacrata nel 1634, venne poi rimaneggiata nell’Ottocento con una serie di lavori che fecero espandere la crociera e la cupola.

Presso la parrocchiale si trova anche il battistero a pianta ottagonale, anch’esso facente parte del vecchio complesso romanico.